Passa alle informazioni sul prodotto
1 su 11

Edward William Cooke RA, collezione di disegni britannici 1811-1880

Prezzo di listino €3.641,95 EUR
Prezzo di listino Prezzo di vendita €3.641,95 EUR
Vendita Esaurito
Imposte incluse.

Edward William Cooke RA, britannico 1811-1880

 Una raccolta di 88 disegni a matita contenuti in una moderna scatola in folio appositamente realizzata.

Dimensioni: scatola 49 x 39 cm

Comprende paesaggi egiziani, viste sul fiume e manufatti tra cui: Dendera; La Porta del Nilo; Philae; Gebel El Silsilah; Gebel Aboofayeda; Keneh; Bibbeh, oltre a vedute e studi architettonici di Venezia e studi di figura e studi architettonici eseguiti a Rouen, Avignone, Capua, Roma, Ravello, Ferrara, Urbino, Firenze, Trento e Capua tra cui: Le catacombe di San Sebastiano, Roma; La Cappella Sistina, Roma; San Pietro, Roma; Sant'Antonio, Padova; Porta di Santa Maria dell'Orta, Venezia; San Polo, Venezia; San Marco, Venezia; Dettagli di Palazzo Pisani, Venezia; e Capitelli nel Palazzo Ducale, Venezia, la maggior parte iscritti con titoli, alcuni annotati con note, e alcuni datati variamente dal 3 ottobre 1851 al 27 febbraio 1874, alcuni annotati con numeri, matita, alcuni entro un bordo a matita, su carta, sei su carta da lucidi, una su carta blu, due sul retro di carta stampata, quattro su cartoncino, 17,5 x 10,1 cm e più piccolo, ottantotto (88), (montato, senza cornice, molti con montature comuni).

 Provenienza: Anon. asta, Sotheby's, Londra, 10 luglio 1997, lotto 147 (come 'An album of sketches.').; La collezione di Sir Nicholas Goodison.

Cooke era un viaggiatore incallito, visitando l'Europa in molte occasioni tra il 1824 e il 1879 (per ulteriori dettagli vedere J. Munday, EW Cooke 1811-1880 A Man of his Time, Woodbridge, Suffolk, 1996, p. 364, appendice 4) e un diarista devoto, a partire dall'età di 17 anni e continuando fino a poche settimane prima della sua morte. Il suo itinerario nei suoi numerosi viaggi all'estero è accuratamente registrato e questi coincidono con le date sui suoi schizzi. I disegni datati ottobre risalgono al suo secondo tour veneziano nel 1851. Lasciò Folkestone l'11 agosto, viaggiando a Parigi e poi sulle Alpi svizzere, proseguendo verso i laghi italiani e poi Verona e Venezia dove erano John ed Effie Ruskin. anche restare. Rimase lì prima di tornare a casa a dicembre.

 Tredici disegni provengono da un viaggio di tre mesi e mezzo, iniziato il 1° gennaio in Egitto, vedi Munday,  pp. 207 per un itinerario dettagliato. La spedizione di Cooke in Egitto doveva essere un'escursione geologica e antiquaria oltre che un viaggio di pittura lungo il Nilo. Viaggiò sul piroscafo P & O Simla, in compagnia del professor Richard Owen e del signor John Fowler, consulente di ingegneria di Khedive Ismail Pasha e incontrò altri visitatori britannici come l'artista Hercules Brabazon Brabazon (1821-1906). Cooke era chiaramente deliziato dai siti dell'Egitto e progettò un altro viaggio di pittura lì alla fine dello stesso anno.

I restanti schizzi sono studi di figure e architettonici, molti di edifici a Venezia e questi mostrano il suo continuo interesse per l'architettura. Il suo necrologio, pubblicato su The Gardener's Chronicle, il 10 gennaio 1880, concludeva: "Nei suoi quadri... l'opera grazie alla quale raggiunse fama e fortuna - le sue caratteristiche mentali possono essere rintracciate - il suo amore per la verità, la sua osservazione accurata e la fedeltà nel riprodurli". Molti dei suoi quadri sono manuali di scienza: l'avvallamento degli strati, i granelli di sabbia, la forma delle foglie, la curvatura dei tronchi delle palme, la forma delle nuvole cariche di pioggia, la linea delle onde, e centinaia di tali esempi testimoniano non solo l'artista, ma l'uomo di scienza. C'è una quantità di verità assoluta in essi, a parte l'immaginazione, che darà alla sua immagine un valore permanente superiore a quello di molti dei suoi contemporanei.' Il presente gruppo di schizzi, accuratamente conservati e montati, rivela l'abile disegno di Cooke e la mente esigente di un archetipo e indagatore gentiluomo vittoriano.

Edward William Cooke nacque in una famiglia di artisti, figlio dell'incisore George Cooke (1781-1834). Era un bambino artista di talento e all'età di nove anni già eseguiva incisioni su legno di piante per la pubblicazione. All'età di quattordici anni incontrò Clarkson Stanfield, RA (1793-1867) e iniziò un interesse permanente per il disegno di barche. Iniziò anche a studiare architettura sotto Augustus Pugin (1812-1852), ma non lo perseguì poiché preferiva soggetti marini. Fu eletto associato della Royal Academy nel 1851 e membro a pieno titolo nel 1864. Gli altri grandi interessi nella sua vita furono la botanica e la geologia, e fu eletto membro della Linnaean Society nel 1857, membro della Geological Society nel 1862. e Fellow della Royal Society (un riconoscimento insolito per un pittore) nel 1863.